Differenza tra Poli e persona normale

Andrea Poli giocatore del Milan
Andrea Poli, giocatore del Milan

In un articolo precedente (che potete leggere cliccando qui) avevamo visto la differenza tra una persona normale e un calciatore. Il calciatore in questione (analizzato da Wired nella propria rubrica Human Test) era Ricky Álvarez che nel frattempo è passato in prestito dall’Inter al Sunderland.

La domanda che mi sono sempre posto, e alla quale ho cercato di dare una risposta, è: “quanta differenza c’è tra una persona normale e un calciatore?

Già l’articolo di Álvarez chiarisce la domanda in modo significativo. Tuttavia vorrei proporre qui di seguito un altro confronto. Leggendo sempre su Wired¹ (sono un fedele appassionato lo ammetto!) ho trovato un altro test!

Questa volta Wired ha scansionato le prestazioni atletiche di Andrea Poli, centrocampista italiano del Milan. Le prestazioni atletiche del giocatore milanista sono state messe a confronto con quelle di calciatore dilettante della stessa età, Ecco qui di seguito i risultati dell’analisi:

Velocità massima impressa al pallone
125 km/h
(persona normale 96)

···

Sprint sui 30 metri
4,2 secondi
(persona normale 5,1)

···

Sprint sui 100 metri
14,9 secondi
(persona normale 17)

···

Velocità massima di corsa con il pallone
28 km/h
(persona normale 23)

···

Velocità di corsa alla soglia anaerobica
17 km/h
(persona normale 13)

···

Distanza media percorsa in una partita
11,3 chilometri
(persona normale 5,6)

···

Distanza percorsa in un anno
2.600 chilometri
(persona normale 500)

···

Consumo di ossigeno
65,8 ml/kg/min
(persona normale 51,2)

···

Calorie bruciate in un anno
382.000
(persona normale 96.000)

Come nel caso di Álvarez anche in questo caso le differenze si vedono eccome! E voi cosa ne pensate? Vi eravate mai posti la domanda che mi sono posto io?

Fonte:
¹ L’articolo letto si trova a pag. 125 del nr. di Wired 11-14.

© riproduzione riservata

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]