Come aumentare le vendite su Amazon?

jeff bezos amazon

Oggi vogliamo parlare di come aumentare le vendite su Amazon. Sei un assiduo frequentatore di Amazon e sei convinto che questa piattaforma possa dare un nuovo slancio al tuo e-commerce? Allora sei sulla strada giusta per incrementare la tua attività, poiché il colosso di Jeff Bezos è il principale marketplace del web. Un recente sondaggio condotto su 2.000 consumatori americani ha evidenziato che il 44% degli utenti effettua acquisti direttamente su Amazon, mentre solo il 33% sceglie altri canali come Google, Yahoo e Bing. Con Amazon puoi raggiungere una fetta di mercato che altrimenti risulterebbe irraggiungibile, indipendentemente dall’ottimizzazione del tuo sito. Arriviamo quindi alla fatidica domanda: come aumentare le vendite su Amazon? Lo scopriamo in questo articolo studiando le tecniche da seguire per imporsi su Amazon.

Come dare visibilità ai propri prodotti

Amazon è un “mare magnum” in cui si muovono tanti pesci piccoli e grandi. Non è però una giungla, poiché vince chi segue attentamente le regole del gioco di Amazon. Per scalare posizioni bisogna migliorare la visibilità dei prodotti all’interno di Amazon, aumentare il tasso di conversione delle schede prodotto e aggiudicarsi la Buy Box. Rispettando queste regole si mette in moto un circolo virtuoso che va tutto a tuo vantaggio. Migliorare la visibilità di un prodotto aumenta il numero di persone che “atterrano” sulla tua pagina. Naturalmente più persone vedono il tuo prodotto e maggiori sono le possibilità di vendita. Come un effetto domino con l’aumentare delle vendite migliora la visibilità all’interno di Amazon di quel prodotto.

Come ottimizzare le schede prodotto

La visibilità di un prodotto è determinata da due aspetti: lo storico delle vendite e la rilevanza. Lo storico delle vendite indica quante volte quel prodotto è stato acquistato. Amazon dà quindi visibilità a quei prodotti che hanno registrato un alto numero di vendite. Il secondo aspetto riguarda la rilevanza, secondo la quale il prodotto deve essere pertinente alle ricerche degli utenti. Non è sufficiente quindi vendere un prodotto popolare, ma bisogna fornire quanti più dati ed informazioni possibili. Se non sei il proprietario del brand devi considerare un altro aspetto: dopo aver ottimizzato le schede prodotto non hai la certezza che le caratteristiche tecniche restino sempre quelle. Inoltre, i tuoi “competitor” con un semplice copia/incolla potrebbero rubarti la scheda prodotto su cui hai lavorato a lungo. In questi casi ti consiglio di scegliere prodotti più esclusivi e sui quali hai il pieno controllo di mercato, così da poter concentrarti sull’ottimizzazione della scheda prodotto.

Titoli, descrizioni e caratteristiche del prodotto

Per ottimizzare le vendite su Amazon devi inevitabilmente ottimizzare alcuni fattori, indispensabili per far crescere il tuo e-commerce. Innanzitutto fai molta attenzione ai titoli, che devono contenere tutte le parole chiave relative al prodotto (brand, modello, colore, materiale, taglia, qualità ecc.). Se un prodotto ha delle caratteristiche specifiche è consigliabile sottolinearle. Se un trolley ad esempio è tarato in base alle grandezze di alcune compagnie aeree ti suggerisco di indicare questo aspetto.
Le descrizioni ti consentono di dare valore al tuo prodotto, mettendo in risalto i punti di forza ed illustrando le modalità di utilizzo. Se hai lo store sincronizzato col tuo e-commerce fai attenzione però a scrivere due descrizioni diverse, altrimenti ti faresti concorrenza da solo.
Amazon ti permette di inserire fino a 5 elenchi puntati, i cosiddetti “bulletpoint”. Questi punti ti servono per evidenziare i punti di forza del prodotto, ribadendo gli stessi concetti del titolo e della descrizione.
Infine, nella scheda prodotto inserisci tutte le caratteristiche tecniche, così risulta più facile indicizzare il prodotto e farti trovare dagli utenti che restringono le loro ricerche con appositi filtri di navigazione.

L’importanza dei feedback

“Last but not the least”, eccoci arrivati ad un aspetto spesso sottovalutato: i feedback. Acquisteresti un prodotto che ha molte recensioni negative e varie lamentele? La risposta chiaramente è no. Compreresti invece un prodotto che ha tanti feedback positivi e che viene elogiato da vari utenti? Ovviamente la risposta è sì. Dai quindi peso ai feedback dei clienti, soprattutto quelli negativi. Interagisci con il tuo pubblico, informati sulle criticità del prodotto e mostrati disponibile a risolvere il problema. Sarai etichettato come venditore affidabile e disponibile, inoltre avrai la possibilità di capire quali sono gli aspetti del prodotto che non funzionano e come migliorarli. Ti lascio una dritta di fondamentale importanza per la tua attività: il tuo e-commerce per vendere sui marketplace ed in particolare su Amazon deve basarsi su un magazzino gestito tramite software gestionale, per avere una panoramica completa della disponibilità dei prodotti e gestirne la vendita.

© riproduzione riservata

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 3 Average: 5]

Per non perderti neanche un articolo iscriviti subito alla nostra newsletter.
Ti invieremo gli ultimi articoli che verranno pubblicati 🙂

*Obbligatorio