Quanto guadagnano gli arbitri italiani? | hitech-sport.com

Quanto guadagnano gli arbitri italiani?

guadagno-arbitri-hitech-sport
Nicola Rizzoli: uno degli arbitri italiani più pagati

Nel mondo del calcio si parla sempre di più degli stipendi faraonici dei singoli calciatori ma ci dimentichiamo spesso degli arbitri italiani. Ma quanto vengono retribuiti? Vale la pena viaggiare continuamente per arbitrare partite di calcio? Ebbene la terna arbitrale italiana costa tra i 4,5 e i 5 milioni di euro all’anno. Ma vediamo esattamente quanto vengono pagati gli arbitri per dirigere le singole partite.

Intanto facciamo una distinzione di tre classi arbitrali diverse: arbitri internazionali, non internazionali e neo arbitri (Serie A e B). Gli arbitri internazionali, cioè che hanno la possibilità di dirigere partite Uefa e Fifa, ricevono un fisso annuale lordo di ben 80.000 euro. Mentre quelli non internazionali la metà. I neo arbitri, sia di Serie A che B, ricevono un fisso annuale di minimo 3.000 euro a stagione.

Colui che seleziona ed assegna gli arbitri alle varie partite si chiama designatore arbitrale. Di norma si tratta di un ex fischietto e percepisce ben 150.000 euro lordi all’anno.

Oltre al fisso annuale viene corrisposto anche un fisso a partita: gli arbitri percepiscono 3800 euro a partita e gli assistenti/addizionali prendono 1080 euro.

Ciò che riguarda la Coppa Italia i compensi sono i seguenti: per i primi turni gli arbitri prendono 1000 euro, nei quarti 1500, nelle semifinali 2500 e per la finale 2500 euro – idem se si tratta della finale di Super Coppa italiana.

Le cifre iniziano ad aumentare drasticamente se si parla di partite internazionali. Per dirigere una partita di Champions League e/o Europa League ad un arbitro Uefa guadagna 4800 euro. I guardalinee e gli assistenti di porta prendono 1440, mentre il quarto uomo 720 euro. Dai quarti in poi vengono corrisposti rispettivamente 5800 – 1740 – 820. Chiaramente si aggiungono  le spese di viaggio che ammontano a 200 euro al giorno.

Ricordiamoci che tanti arbitri, oltre a dirigere partite di calcio, hanno anche un altro lavoro (agenti di commercio, avvocati ecc…). Conviene fare l’arbitro? Con le somme riportate sopra crediamo proprio di si 😉

© riproduzione riservata

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 6 Average: 3.7]