Tabella del campione

NomeEdson Arantes do Nascimento
Data di nascita23/10/1940
Città di nascitaTrês Corações
NazionalitàBrasilie
Altezza172 cm
Peso75 km
Segno zodiacaleScorpione
RuoloAttaccante
Nr. di maglia10
SkillsGiocatore completo
Peso e altezza si riferiscono al periodo di attività calcistica.

La storia di Pelé

Edson Arantes do Nascimento, meglio noto come Pelé, è stato uno dei più grandi calciatori al mondo. Nato in Brasile il 23 ottobre 1940 detiene il record di gol realizzati in carriera: 1.281 in 1.363 partite. Il piccolo Edson nasce in una famiglia povera, e come la maggior parte dei bambini brasiliani ama il calcio e passa la maggior parte del tempo a giocare scalzo in strada. Lo pseudonimo Pelé nacque proprio in quel periodo, quando i suoi compagni di scuola cominciarono a chiamarlo Pelé. Nasce così uno dei più grandi fuoriclasse al mondo, capace di segnare un’epoca compresa fra la fine degli anni Cinquanta e la metà degli anni Settanta. Il fisico robusto e le gambe possenti gli donano una velocità e un’imprevedibilità fuori dal comune. Pelé è anche conosciuto come O Rei, O Rei do Futebol o anche come La perla nera. Nel 2000 Pelé è stato nominato dalla FIFA “Calciatore del Secolo”, insieme a Diego Armando Maradona. Una vera e propria leggenda che ha cambiato la storia del calcio riuscendo a stabilire record eccezionali che ancora oggi gli appartengono. Pelé rappresenta un’immagine pulita del gioco del calcio, un esempio da seguire per molte persone.


Caratteristiche tecniche

Capace di segnare in qualsiasi momento della partita e in qualsiasi modo, Pelé è stato uno dei giocatori più completi al mondo. Coniuga a meraviglia tecnica e abilità atletiche, intelligenza e velocità, potenza e ritmo, scioltezza e precisione. Senza dimenticare il senso del gol. Ogni tocco, ogni passaggio e ogni dribbling non erano mai banali. Pelé segnava in tutti i modi: di destro, di sinistro, ma anche di testa. Nonostante la statura relativamente ridotta (172 cm) fu un ottimo colpitore di testa. I numeri di Pelé sono impressionanti, basta pensare che riuscì a segnare ben 5 reti in un solo incontro in almeno 6 partite di calcio.

Record di marcature in una sola partita:

8 gol in una singola partita di calcio: 1 volta
5 gol in una singola partita di calcio: 6 volte
4 gol in una singola partita di calcio: 30 volte
3 gol in una singola partita di calcio: 92 volte

Il repertorio di dribbling di Pelé era eccezionale, anche se la sua arma principale era la velocità. Una particolare giocata di Pelé, che in Brasile viene chiamata drible de vaca, consiste nel far passare la palla a lato di un giocatore lanciandosi su quello opposto per andare a recuperare palla una volta superato l’avversario.


La carriera nei club

Santos

Da bambino la prima squadra con cui Pelé gioco fu il Bauru, una squadra dilettante locale. Ma in breve tempo venne notato da Waldemar de Brito (ex nazionale brasiliano) che all’età di 15 anni lo convinse a fare un provino per il Santos.

Pelè raggiunse quindi le giovanili del Santos dove gioco una stagione intera prima di essere integrato nella prima squadra. Pelé debuttò con la maglia del Santos il 7 settembre del 1956 durante un’amichevole segnando anche il primo di una lunga serie impressionate di gol. Infatti, alla prima stagione da titolare titolare (a soli 16 anni) si aggiudica subito la classifica dei cannonieri, mettendo a segno 24 reti. Pelè da subito si fece notare per sue caratteristiche fuori dal normale, cosi solo 10 mesi dopo il debutto col Santos venne convocato in Nazionale. Fu così che nel 1958, a soli 17 anni, Pelè disputò il suo primo Mondiale di Calcio.

Il 19 novembre 1969, a soli 29 anni, Pelé segnò il suo 1.000º gol in carriera. Secondo Pelé il suo più bel gol fu quello segnato il 2 agosto 1959 in una partita del campionato Paulista contro il Clube Atlético Juventus. Purtroppo non esiste una registrazione televisiva di quella partita. Nel marzo del 1961 realizzò il cosiddetto gol de placa: una rete contro il Fluminense ritenuto il più bel gol mai segnato al Maracanã.
Negli anni 60 e 70 il Santos era indubbiamente la squadra più forte del mondo. Pelé fu una vera e propria leggenda, un atleta la cui influenza non si fermava al solo rettangolo di gioco ma andava bene oltre. Un episodio singolare avvenne nel 1967 durante la guerra civile che si stava consumando in Nigeria. A quanto pare le due fazioni siglarono una tregua di 48 ore per poter vedere giocare Pelé.
Nel 1974, dopo 19 stagioni con la maglia del Santos, Pelé decise di ritirarsi dal calcio dopo aver vinto 10 titoli paulisti, 5 Taca Brasil, 3 Tornei Rio-San Paolo, una Taça de Prata, 2 Coppe Libertadores, 2 Coppe Intercontinentali e una Supercoppa dei Campioni Intercontinentali.

New York Cosmos

A sorpresa nel 1975, dopo un anno lontano dai campi di gioco, Pelé fu ingaggiato dai New York Cosmos, che gli offrirono, con il benestare del governo brasiliano, un contratto stellare di circa 4,5 milioni di dollari per 3 anni. La Warner Communications, proprietaria del club, volle Pelé, oltre che per le sue doti tecniche, anche per promuovere il calcio in America del Nord.

Pelè esordì con i New York Comsos il 15 giugno del 1975 (realizzò un gol e un assist), e riuscì a vincere nel 1977 il campionato nordamericano di calcio.

Il ritiro

Il 1º ottobre 1977 Pelé concluse definitivamente la propria carriera disputando un’amichevole tra New York Cosmos e Santos. L’evento fu disputato al Giants Stadium tutto esaurito e fu trasmessa da televisioni di 38 Paesi di tutto il mondo. Pelè giocò il primo tempo con i Cosmos e il secondo tempo con il Santos. La gara finì 2-1 per il New York Cosmos e Pelé segnò su punizione nella prima parte della gara.

Pelé si ritirò dal mondo del calcio, dopo aver giocato per 22 anni, dopo aver realizzato 1.281 gol che gli valsero il titolo di più grande goleador della storia del calcio.


La carriera in nazionale

Pelé debuttò con la maglia del verdeoro del Brasile il 7 luglio 1957 all’età di 16 anni contro l’Argentina. La partita finì 2-1 proprio per l’Argentina, ma indovinato di chi fu il gol del Brasile? Ebbene si proprio di Pelé, che come in altre circostanze esordisce con un gol.

Mondiale 1958 (Svezia)

Il 1958 è l’anno della consacrazione a livello mondiale. Il palcoscenico è Campionato del Mondo in Svezia. Pelé, inamovibile titolare della Seleçao, era il più giovane del torneo e il più giovane giocatore ad avere mai disputato le fasi finali di un Mondiale. A suon di gol (un gol contro il Galles, una tripletta contro la Francia in semifinale) trascinò il suo Brasile in finale. Neanche maggiorenne diventò il più giovane marcatore nella storia della Coppa del Mondo. La finale, giocata il 29 giugno 1958, vedeva il Brasile contrapporsi alla Svezia (i padroni di casa). Il risultato della partita fu netto: 5-2 per il Brasile che vinceva così il suo primo titolo mondiale. In finale, giusto per non cambiare le buone abitudini, segnò 2 gol.

Mondiale 1962 (Cile)

Fu un mondiale che non vide Pelé protagonista. Infatti, durante la seconda partita del Brasile, Pelé si infortunò e a causa dell’infortunio dovette saltare tutte le altre gare della competizione. Il Brasile si aggiudicò comunque il suo secondo titolo mondiale.

Mondiale 1966 (Inghilterra)

Fu uno dei Mondiali più duri della storia, contraddistinto da un gioco molto maschio. Pelé fu uno dei giocatori a farne le spese, e fu così che si infortunò. Il Brasile venne eliminato al primo turno dei Mondiali per la prima volta dal 1934.

Mondiale 1970 (Messico)

Fu l’ultimo Mondiale disputato da Pelé. Durante la manifestazione realizzò 4 gol e alcuni assist. La finale, disputatasi il 21 giugno 1970, vedeva il Brasile contrapporsi all’Italia. O Rei trascinò il Brasile alla vittoria che si aggiudicò la partita per 4-1. Il Brasile si aggiudicò il suo terzo titolo mondiale. Quattro mondiali disputati e tre coppe del Mondo alzate al cielo. Non male!

Con la maglia della Seleçao Pelé disputò 92 partite (67 vittorie, 14 pareggi e 11 sconfitte) realizzando 77 reti e vincendo 3 Mondiali su 4 disputati.


Palmarès Pelé

Campionato Paulista:10
Torneo Rio-San Paolo:4
Taça Brasil:5
Torneo Roberto Gomes Pedrosa:1
Campionato NASL I:1
Coppa Libertadores:2
Coppa Intercontinentale:2
Supercoppa dei Campioni Intercontinentali:1
Coppa del Mondo:3 (record)

Video gol leggendari

I 10 gol più belli di Pelé.


Curiosità

1. Come mai i genitori lo hanno chiamato Edson?

L’hanno chiamato così in onore di Thomas Edison (inventore della lampadina).

2. Per quale motivo gli fu dato il sopranome di Pelé?

Un suo compagno di scuola gli attribuì questo soprannome per deriderlo. La leggenda narra che il portiere della prima squadra dilettantistica in cui giocava Edson si chiamasse “Bilé” e quando giocavano il suo amico gli urlasse spesso “Prendila Bilé!” e da allora i suoi compagni iniziarono a chiamarlo Pelé…

3. Edson nacque da una famiglia povera

E non potendosi permettere una vera palla solitamente giocava con un calzino, con degli stracci riempiti con la carta o con un pompelmo.

4. Siamo sicuri che il numero 17 porti sfortuna? 

A solo 17 anni, Pelé, diventò il più giovane vincitore della Coppa del Mondo. Nel 1956, Waldemar de Brito (ex giocatore di calcio brasiliano) disse alla dirigenza del Santos che quello sarebbe diventato il miglior calciatore del mondo.

5. Dribe de vaca?

Una particolare giocata di Pelè è nota con il nome di drible de vaca (“vaca” non sta per vacca) e consiste nel far passare il pallone da un lato dell’avversario, superandolo in velocità dall’altro.

6. Pelé fu dichiarato Tesoro Nazionale

Nel 1961 per evitare qualsiasi trasferimento in squadre estere il presidente del Brasile, Janio Quadros, lo dichiarò “Tesoro Nazionale”. Dopo l’ennesima vittoria al Mondiale del 1962 molte squadre avrebbero voluto portare Pelé in Europa, ma il vincolo stabilito dal governo brasiliano non lo concesse.

7. La leggenda di Pelé è riuscita a fermare una guerra

Nel 1967 pur di veder giocare La Pantera Nera dal vivo, durante la guerra civile in Nigeria fu sancita una tregua di 48 ore. Pelé giocava un’amichevole nella città di Lagos proprio in Nigeria.

8. O Milesimo gol di Pelé

In onore de O Milesimo gol, il 19 novembre a Santos si festeggia il traguardo del campione. O Milesimo gol Pelé lo segnò il 19 novembre del 1969 contro il Vasco Da Gama.