Netflix, i prezzi e velocità internet necessaria

Netflix in arrivo, prezzi e pacchetti!

Netflix - prezzi e pacchetti
Netflix

Finalmente, entro la fine dell’anno, potremmo goderci l’intrattenimento targato Netflix. Parola di Marco Patuano, amministratore delegato di Telecom Italia, che, garantendo altri tre miliardi di euro di investimenti, cerca così di portare la fibra al 75% degli italiani entro il 2017. Intanto ci siamo informati un po’ più da vicino vedendo come opera la filiale Netflix in Germania.

Ecco qui qualche informazione in più:

  • Gusti per tutta la famiglia: affinchè Netflix possa proporci  sempre ciò che vogliamo, abbiamo la possibilità di scegliere fra tante caratteristiche (avventura, comico, romantico, emozionante…) ciò che preferiamo così da poter trovare (quasi) subito ciò che vogliamo vedere. Inoltre, grazie alla possibilità di creare fino a cinque profili in un solo account, ogni membro della famiglia trova velocemente cosa vuole vedere.
  • Lista: sul proprio profilo si può creare una lista con i film che si vogliono vedere in un secondo momento, evitando così di non trovarli più o di dimenticarsene completamente.
  • Impostazioni: durante la visualizzazione si ha la possibilità di cambiare lingua e/o di aggiungere o togliere i sottotitoli.
  • Dispositivi: la visione dei contenuti è possibile anche su iPhone/iPad, smartphone e tablet android, PS3, PS4, Xbox 360, Xbox One, Wii U, Wii, oltre a diversi Smart TV Samsung e LG.
  • Prezzi: sembra che ci siano 3 fasce differenti di prezzo. Con 7,99 euro al mese si può accedere a contenuti in qualità SD con un solo dispositivo. Aggiungendo due euro al mese (questa sarà probabilmente la scelta più apprezzata) si accede ai contenuti in HD con due diversi dispositivi contemporaneamente. La fascia più alta costa 11,99 euro al mese. La visione è possibile su contemporaneamente quattro dispositivi diversi in qualità 4K.
  • Banda: chiaramente parlando di 4K dobbiamo prendere in considerazione la velocità streaming. Per una visione in SD basta una linea da 0,5 Mbps (ormai praticamente chiunque ha una linea che garantisce questa banda). Per poter accedere alla visione HD bisogna alzare l’asticella a 3 Mbps (già un po’ più impegnativa ma abbordabile per la maggior parte delle linee in Italia). Parlando di 4K, evitando vari problemi di “buffering”, bisogna essere provvisti di una linea da 20 Mbps effettivi (Telecom Italia & co sono al lavoro).
  • Non-Stop-Streaming: se la nostra linea internet di casa ce lo permette, mentre guardiamo un episodio su Netflix, il nostro dispositivo carica già l’episodio dopo.
  • Stelline: dopo la visione, si può valutare il contenuto fino a 5 stelline – prevedibile ma utile.

Preparate i pop corn (e probabilmente anche una linea internet veloce)!

© riproduzione riservata

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 2 Average: 5]