Computer quantistico Google

computer quantistico google

Innanzi tutto, cos’è un computer quantistico? Che cosa può fare? Verrebbe da pensare che un computer quantistico sia un supercomputer, eppure non è così. Si tratta di qualcosa di nuovo, che prima non esisteva! Per fare capire cosa intendiamo si potrebbe paragonare un computer tradizionale ad una candela e un computer quantistico ad una lampadina. In sostanza fanno la stessa cosa, ma in modo totalmente diverso!

Differenze tra computer classico e quantistico

Il computer tradizionale è realizzato con transistor e silicio e utilizza come unità di informazione binaria il BIT che può assumere il valore di 1 o 0 (acceso o spento). I computer quantistici, invece, sfruttano le leggi della fisica e della meccanica quantistica e l’unità fondamentale è il QUBIT. Un computer quantistico è in grado di rappresentare contemporaneamente i valori di 1 e 0.

Il QUBIT, infatti, sarebbe in grado di svolgere calcoli in contemporanea. Un computer tradizionale lavora invece in sequenza. Finito un calcolo ne inizia uno nuovo, e così avanti fino a trovare la soluzione. Un computer quantistico, invece, può guardare al problema nel suo insieme con un’unica operazione.

Un computer quantistico potrebbe creare qualcosa di nuovo senza dover attingere all’esperienza del passato. Un computer classico per risolvere un problema deve prima comprenderlo.

Ecco un breve video YouTube


Il computer quantistico di Google

Stando ad un articolo del 23 ottobre 2019 pubblicato su Nature Google sarebbe in possesso di un computer quantistico in grado di risolvere in 200 secondi un calcolo che un supercomputer tradizionale risolverebbe in decine di migliaia di anni.

Quello pubblicato a fine ottobre dello scorso anno è un esperimento di informatica teorica con il quale gli scienziati di Google hanno dimostrato cosa è in grado di fare un computer quantistico.

In cosa consisteva l’esperimento?

computer quantistico google

Il computer quantistico di Google (Sycamore) ha dimostrato che una sequenza di numeri casuali è realmente casuale. In altre parole, ha svolto un’operazione matematica molto complessa generando numeri a caso.

Conclusioni

Grazie agli sviluppi che sta avendo l’informatica in futuro ci sarà la possibilità di elaborare maggiori quantità di dati in minor tempo. Sarà possibile fare cose che al momento sono inimmaginabili. Sia la tecnologia sia internet (ad esempio con il 5G) stanno facendo dei passi da giganti. Internet diventa sempre più veloce (scopri la differenza tra backbone e backhauling) mentre la tecnologia sta diventando sempre più potente.

E tu cosa ne pensi del computer quantistico? Faccelo sapere nei commenti 😉

© riproduzione riservata

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 2 Average: 3.5]

Per non perderti neanche un articolo iscriviti subito alla nostra newsletter.
Ti invieremo gli ultimi articoli che verranno pubblicati 🙂

*Obbligatorio