Tipi di piste da sci alpino

Le piste da sci sono suddivise, secondo la difficoltà, in tre differenti categorie caratterizzate da tre differenti colori:

  • piste da sci blu: le più facili
  • piste da sci rosse: le piste di difficoltà media
  • piste da sci nere: quelle più difficili

L’indicazione del tipo di pista, viene indicata da appositi cartelli indicanti il grado di difficoltà.

La difficoltà delle piste, da cosa dipende.

La difficoltà delle piste dipende:

  • dalla pendenza longitudinale
  • dalla pendenza trasversale

UNI 8137/2003 “segnaletica specifica per piste da sci” è la normativa che disciplina che disciplina in materia.

La pendenza delle piste

La pendenza delle piste da sci viene indicata in valore percentuale, il quale sta ad indicare il rapporto tra la distanza percorsa e il dislivello.

Può capitare di conoscere la pendenza di una pista in gradi, e vogliamo conoscerne il valore percentuale. Come fare?
Operazione semplicissima (pur di disporre di una calcolatrice scientifica). Basta digitare il numero corrispondente ai gradi dell’angolo che rappresenta la pendenza della pista, calcolarne la tangente (è sufficiente digitare il tasto “tan”). A questo punto, basta moltiplicare il risultato dell’operazione per 100, ed otterremo il valore in percentuale.
Ad esempio:

  • pendenza di 10 gradi corrisponde al 17%
  • pendenza di 20 gradi corrisponde al 36%
  • pendenza di 30 gradi corrisponde al 58%
  • pendenza di 40 gradi corrisponde all’83%

Pista blu

Come abbiamo detto, le piste da sci che rientrano nella categorie delle piste blu, sono le piste da sci più facili.

Le pendenza longitudinale e la pendenza trasversale delle piste blu è inferiore al 25%. (In precedenza, le piste che rientrano in questa categoria, erano contrassegnate con i colori verde o azzurro).

Di conseguenza sono prevalentemente consigliate per gli sciatori principianti, oppure dove chi è già uno sciatore più esperto, può trovare un luogo dove potere migliorare la propria tecnica in modo paziente.

Pista rossa

La pendenza delle piste da sci classificate in questa categoria, hanno una pendenza massima di 23 gradi, il 40%.

Sono classificate di media difficoltà, e sono molto diffuse nelle località sciistiche.

Pertanto in questa categoria sono comprese sia piste molto facili, dove i principianti possono facilmente apprendere a sciare, e piste via via più difficili, dove lo sciatore più esperto può migliorare la propria pratica.

Pista nera

E’ la categoria di piste da sci più impegnativa. Bisogna prestare particolare attenzione, in quanto le piste nere possono facilmente presentare quelli che vengono chiamati “muri”, cioè tratti di pendenza elevata, superiore al 40% (la pendenza massima delle piste nere raggiunge il 75%, circa 37 gradi di pendenza).

Se chi le affronta non è uno sciatore esperto, non sono rari casi di vertigini, data l’elevata pendenza che possono avere.

Chiaramente non sono piste difficili solo per gli sciatori che le devono affrontare, ma anche per chi le deve preparare: il gatto delle nevi deve essere munito di verricello, per contrastare le grandi pendenze che può trovarsi ad affrontare.

Proprio per le difficoltà che si incontrano nella loro preparazione, le piste di questa categoria sono impegnative non solo per la pendenza, ma anche per il fondo. Possono facilmente presentare lastre di ghiaccio dovute al frequente passaggio degli sciatori.

© riproduzione riservata

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 1 Average: 5]

Per non perderti neanche un articolo iscriviti subito alla nostra newsletter.
Ti invieremo gli ultimi articoli che verranno pubblicati 🙂

*Obbligatorio

Tags:,